In valle sono in tanti quest’anno ad aver assaporato il Natale per il verso giusto e noi, dopo aver chiuso la porta a tutte le festività natalizie, abbiamo sentito alcuni bognanchesi per sapere il loro pensiero su questo Natale che ci ha appena lasciato.

Miriam Brazzale del Torno; esplicita: «In generale a me il periodo natalizio piace sempre, vuoi per la magia, vuoi per il ritrovarsi insieme nella frazione, mentre non mi piace il fatto che c’è sempre meno neve…».

Stefano Corsini affezionato di Camisanca: «Mi sono piaciuti moltissimo gli gnomi realizzati in tutta la valle…».

Rita Barcella e Franco Villa, vicini alle tradizioni: «E’ stato un periodo caratterizzato da una temperatura mite e vissuto in un clima natalizio d’altri tempi. Piacevolissimo, aver riscontrato l’impegno della popolazione a rinnovare la tradizione dei presepi nelle frazioni e dei mini presepi, esposti all’interno della chiesa di San Lorenzo. Tradizioni che fanno rivivere un passato ormai lontano. Molto suggestiva anche la fiaccolata, la notte di Natale, che da Graniga giunge a San Lorenzo, con la rappresentazione della Sacra Famiglia».

Beatrice Pellanda; nostalgica: «Quello che mi è piaciuto di più, è stato condividere con la mia famiglia questi giorni, allestire i presepi dentro e fuori casa, come facevo da bambina. Non mi è piaciuto invece il Natale senza neve; sarebbe stato un aiuto per creare l’atmosfera magica».

Stefano Vivarelli dell’Alpe Gomba, disinteressato: «Il Natale? Non pervenuto!»

Balzani Elisa, gioiosa: «Le festività sono andate molto bene direi. Ben riusciti gli eventi organizzati dalla pro loco; dal presepe vivente la notte di Natale, alla bellissima serata con musica dal vivo il 29 dicembre. Speriamo si continui così. Sarebbe bello ci fosse un po’ più di collaborazione con le strutture ricettive della valle, sia per le festività, sia per tutto l’anno».

Rita Boldini di Fonti, propositiva:«Molto bella l’idea della pro loco di realizzare gli gnomi coinvolgendo tutti i frazionisti della valle e molto ben organizzati gli eventi che hanno visto la partecipazione di tanta gente».

Monica Mancini, profonda: «E’ stato emozionante ritrovarmi con altri a condividere il periodo natalizio e sentirmi parte di una comunità; non un numero qualsiasi e non in un luogo qualsiasi».

Chiudiamo questa carrellata di pensieri con la presidente della pro loco Elisabetta Valentini, inarrestabile: «Dopo tanto tempo, la valle ha avuto un progetto e quasi tutte le frazioni hanno aderito alla proposta della pro loco di realizzare gli gnomi, partecipando al concorso: “Gnomignoli”. Questi simpatici personaggi del bosco, ispirati al periodo natalizio rappresentano un simbolo di unione per tutti i bognanchesi. La serata a Pizzanco del 3 gennaio, è stato un momento magico e complimenti ai frazionisti per il buon gusto negli addobbi del borgo. Riuscitissima anche la serata del 29 dicembre con musica dal vivo al centro Guido Prada e grande partecipazione c’è stata per la realizzazione dei presepi, agli eventi culturali e quelli rivolti ai bambini in località Fonti, insomma, tanti eventi e tutti ben accolti dalla popolazione e dagli innamorati della valle».



Al concorso “Gnomignoli” proposto dalla pro loco; primi classificati, in base ai tanti “mi piace” espressi dai visitatori, risultano: Alex e Daniela della frazione Pianezza, seguiti da Fabrizio di San Lorenzo e Luciana di Pizzanco.

Giancarlo Castellano, collaboratore di ECO RISVEGLIO 

Mappe dei sentieri

Manifestazioni

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

bognancobike

Chi è online

Ci sono 140 visitatori online

Contatti